Prisma

Quando un raggio di luce bianca attraversa un prisma viene dunque "diviso" nelle sue componenti monocromatiche. Come il raggio venga diviso (ovvero come varia l'angolo di rifrazione al variare della lunghezza d'onda) dipende dal materiale di cui e' costituito il prisma e da sue caratteristiche geometriche quali lunghezza del lato base e angolo del prima (l'angolo del vertice in alto).

Consideriamo ora due fasci con lunghezza d'onda molto simile che incidano sul prisma. Definiamo potere risolutivo del prisma la minima differenza di lunghezza d'onda fra linee spettrali adiacenti (ovvero molto vicine) che puo' essere osservata tramite il prisma:

essendo la lunghezza della base del prisma.

 PrecedenteSuccessivo