Metodi di descrizione quantitativa delle comunità biologiche

Gli strumenti grafici fanno riferimento alla ricchezza in specie e alla eveness, messi in relazione sugli assi cartesiani, tale relazione costituisce una forma, che ci dice che questi due parametri non variano in modo casuale, ma che sono il risultato di diversi processi.

Serie geometrica → E' definito modello a nicchia orientata perché presuppongono che la struttura della comunità eterogenea sia il risultato delle modalità di colonizzazione nelle sue prime fasi. La serie geometrica presenta una colonizzazione sequenziale, quando la prima specie arriva ha a disposizione una risorsa molto ampia quindi può mettere in pratica il suo potenziale biotico. Parliamo di specie r-stratega con un potenziale biotico forte e non controllato nella fase iniziale di accrescimento. Quindi la popolazione della prima specie si accresce velocemente e occupa un certo quantitativo di risorsa. La seconda specie arriva dopo e ipotizziamo si ritrova la metà delle risorse. Comincia a crescere ma di meno perché ha meno risorse; poi arriva la terza specie e così via. Se la colonizzazione è sequenziale e le specie tra di loro non hanno capacità di competizione (e così è per le r-stratega), il risultato finale sarà non un numero eccessivo di specie perché queste satureranno lo spazio a disposizione in modo veloce. Riassumendo, le specie colonizzano un’area in successione ed ognuna utilizza una frazione costante delle risorse alimentari; la comunità risulterà formata da poche specie con una abbondanza che decresce in funzione del tempo di arrivo della specie stessa.

Broken Stick → Se invece ipotizziamo che all’inizio arrivano diverse specie simultaneamente, allora queste partono tutte con la stessa quantità di risorsa. Piano piano ogni singolo quantitativo di accrescimento saturerà l’ambiente, ma cambierà il fatto che non ci saranno grosse differenze nella quantità di distribuzione per ogni specie. La comunità risulterà formata da poche specie con abbondanza simile.

Esistono in natura anche situazioni intermedie:

Log Normale → Questa struttura mi dice che le comunità che si configurano in questo modo sono costituite da poche specie rare, poche specie comuni e che la maggior parte delle specie ha un’abbondanza intermedia. La maggior parte delle popolazioni presenta un numero intermedio tra specie comuni e specie rare.

Serie Logaritmica → La comunità ha una struttura diversa, in cui le specie comuni hanno pochi individui e le specie rare con pochi individui sono tante. La serie logaritmica è composta da tante specie con pochi individui; quindi è un momento di transizione di una struttura di cui non ho studiato bene tutto il sistema. Se l’avessi fatto, avrei trovato una distribuzione log normale.

 PrecedenteSuccessivo