Fattori che riducono l'eterogeneità biologica

Un fattore sono le perturbazioni indotte dall'attività umana, e la perdita e frammentazione di habitat per costruzioni di città o strade, abbiamo un abbassamento della diversità biologica. Questo può determinare cambiamenti ambientali che riducono la ricchezza in specie e le dimensioni delle popolazioni, più che perdita netta si parla di frammentazione. Dove l'ambiente confina con un'altro perturbato, in qualche modo questa perturbazione entra nell'ecosistema, si parla di effetto margine, ossia un'area dell'habitat influenzata dall'ambiente circostante. La forma e la dimensione del frammento determinano l'entità dell'effetto margine.

Se i frammenti sono:

- Larghi: si hanno meno estinzioni, più risorse e popolazioni più abbondanti

- Vicini: i fenomeni di colonizzazione sono facilitati

- Compatti: ci sono meno estinzioni dovuti alla riduzione dell'effetto margine

Anche la complessità dell'ambiente (eterogeneità ambientale) ha una forte influenza sulla ricchezza in specie, più elevato è il grado di complessità maggiore sarà la quantità di habitat e di risorse disponibili. Insieme con essa, ad aumentare l'eterogeneità biologica, vi è anche il ripristino dell'ecosistema originario.

 Precedente